Il Sanpietrino giornalino degli studenti del Liceo Benedetto da Norcia

Cronaca da Pompei e Oplontis

Cronaca da Pompei e Oplontis

(Eleonora De Fusco) – Il giorno 2 maggio del 2019, la nostra classe (IB classico) ha partecipato ad una gita didattica di un giorno presso gli scavi di Pompei e Oplontis. E’ stata, come per tutte le gite scolastiche, emozionante e spensierata. Personalmente era la prima volta che andavo a visitare gli scavi di Pompei ed è stato così anche per alcuni miei compagni. Ritengo che andare a visitare con la propria classe un luogo dove si “respirano” le antiche lingue per chi, come me, studia al classico è davvero il massimo. Entrati negli scavi tutti noi siamo stati catapultati nella storia, sembrava fossimo tornati indietro di due millenni, abbiamo potuto assaporare il vivere quotidiano, la vita dei pompeiani sembrava molto ben organizzata ad iniziare dall’urbanistica: le strade, dove c’era un viale principale che percorreva il centro cittadino e vie più piccole che si incrociavano ad esso come in una scacchiera, le abitazioni private, anche diverse attività commerciali: dal ristorante all’albergo, dai bagni pubblici alle terme e ancora alle “boutique” dove si potevano acquistare tessuti preziosi e monili di ogni tipo. Così come ci siamo emozionati nell’ascoltare la vita dei pompeiani, altrettanto lo siamo stati quando purtroppo abbiamo ascoltato il racconto della loro scomparsa. Non si può non percepire passeggiando tra quei luoghi l’emozione degli ultimi attimi di vita delle persone vittime di quella tremenda eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. A livello visivo ciò che colpisce di più sono i colori, con il rosso pompeiano a fare bellezza di ogni cosa. Lasciata Pompei la gita è proseguita ad Oplontis dove ha preso la parola, facendoci da guida, la nostra Insegnante di latino e greco professoressa Proietti, spiegandoci il significato e le caratteristiche di Oplontis. Non avevo mai sentito parlare di quest’ultima città ma poi ho capito che per chi studia al liceo classico anche i dettagli delle cose sono fondamentali.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.